Notizie dai territori

11/04/2018

 

 

Reggio for Syria

siria-12735.660x368.jpgBoorea, le cooperative del territorio e Arci Reggio Emilia lanciano la campagna umanitaria Reggio for Syria per dare un aiuto concreto e accendere una luce sui conflitti che insanguinano la Siria e il Medio Oriente. Per tutto il 2018 saranno promosse diverse azioni di sensibilizzazione, eventi benefici, incontri scientifici e culturali. Tra gli obiettivi della campagna, contribuire al progetto Goccia a goccia di GVC per garantire acqua e servizi igienico-sanitari a oltre 2800 studenti di Aleppo attraverso l’installazione di una serie di cisterne da 10mila litri all’interno delle scuole riattivate dalla ong. Reggio for Syria inoltre sostiene il progetto promosso da Amar Costruire Solidarietà per un laboratorio a Damasco dedicato alla costruzione di arti artificiali per i mutilati di guerra raccogliendo i fondi necessari ad avviare il progetto e a garantirne il funzionamento.

Tutti i cittadini, le imprese, le istituzioni e le associazioni del territorio sono chiamati a aderire e a collaborare a Reggio for Syria. Ogni contributo aiuta a raggiungere questi importanti obiettivi di solidarietà.

Il primo appuntamento è per sabato 14 aprile (ore 15.30) con l’inaugurazione della mostra fotografica La resistenza dimenticata nei locali del circolo Arci Arcobaleno di Fabbrico. A seguire (ore 17), la tavola rotonda L’incursione turca ad Afrin con Lino Foroni, presidente Arci Fabbrico, Cesare Galantini, assessore Città di Carpi, Ozlem Tunkulu, rappresentante del popolo curdo, e Franco Uda della presidenza nazionale Arci.

www.arcire.it

 

‘Viaggiatori sul fuoco’

Parte in questi giorni il percorso di integrazione ed inclusione socio-culturale Viaggiatori sul fuoco – canto senza fine, che rientra nel progetto Ex convento ideato e promosso dall’associazione I frati di Belmonte Calabro (Cosenza).

Il progetto, che vede tra i partner Arci nazionale, Arci Calabria, Arci Rocca Bernarda, Radio Barrio, prevede un percorso animato dal ‘teatro di comunità’ che intende far leva sul senso di appartenenza al territorio, sulla condizione di chi lascia la propria terra natìa e arriva in un paese nuovo dove vuole mettere radici. Il progetto si svolgerà a Belmonte Calabro, tra l’ex Convento dei Cappuccini e la biblioteca comunale, e coinvolgerà la comunità rumena presente sul territorio e gli stranieri ospiti dei Cas di Longobardi ed Amantea e degli Sprar di San Pietro in Amantea.

Il progetto si concluderà a giugno con la performance Viaggiatori sul fuoco - canto senza fine, che in quest’ultima fase costituirà una residenza artistica intensiva guidati da professionisti teatrali qualificati.

 

In che mondo vivremo?

Che cosa succede in Nord Africa e Medio Oriente e le conseguenze sull’Europa tra fake news e verità: sono i focus al centro di In che mondo vivremo?, percorso di approfondimento e riflessione curato da Arci Modena con il patrocinio del Comune e in collaborazione con la Casa delle Culture di Modena, naturale seguito del progetto Je suis Razza Umana.

Due gli incontri di approfondimento dove si discuterà di narrazione delle migrazioni, responsabilità dei media, ruolo dei social network nel costruire una opinione pubblica, islamofobia, muri virtuali e reali, solidarietà, discriminazione, post verità, paura e pregiudizi. Programma dettagliato degli appuntamenti su

www.arcimodena.org

 

3 proiezioni con Arci Siena

Si intitola L’Italia che non si vede il ciclo di tre proiezioni cinematografiche in programma giovedì 12 e mercoledì 18 aprile al circolo Arci Centro di Siena e martedì 24 aprile nelle Stanze della Memoria, con un omaggio al 73esimo anniversario della Liberazione.

L’iniziativa è promossa dal circolo Arci Centro in collaborazione con Arci provinciale di Siena, Ucca e Cesvot. L’ultimo appuntamento conta anche sul patrocinio dell’Anpi provinciale di Siena e dell’Istituto Storico della Resistenza senese e dell’Età Contemporanea. Le proiezioni sono a ingresso libero.

Dopo il primo appuntamento con Granma di Daniele Gaglianone e Alfie Nze, il ciclo di incontri continuerà mercoledì 18 aprile, sempre alle ore 21, con Il più grande sogno, con regia di Michele Vannucci e dedicato a chi lotta ogni giorno per la vita che sogna, mentre martedì 24 aprile le Stanze della Memoria, in via Malavolti, 7, ospiteranno L’uomo che non cambiò la storia, con regia di Enrico Caria, che proporrà un docu-thriller ispirato alla storia di Ranuccio Bianchi Bandinelli, professore universitario tra i padri dell’archeologia moderna e al suo spirito antifascista.

www.arcisiena.org

 

Semi di pace

PIOMBINO Si intitola Semi di pace l’incontro pubblico in programma per il 12 aprile alle 16,30 presso il Centro Giovani con Piera Edelman, israeliana, e Rasha Obeid, palestinese. Due donne testimoni della speranza di pace nella giustizia e nella riconciliazione, proprio nei luoghi della pace più difficile. L’incontro è promosso da Arci, Casa crocevia dei popoli, Centro interculturale Samarcanda, Coordinamento Art.1 - Camping Cig, Croce del Sud-Commercio equo e solidale, Fraternità missionaria del Cotone e Restiamo umani.

fb Arci Piombino Val di Cornia Elba

 

Proiezione di ‘Libere’

GRUMELLO DEL MONTE (BG) Martedì 24 aprile alle 21 al circolo Arci Grumello del Monte verrà proposta la visione di Libere, un film di Rossella Schillaci. Voci di donne che raccontano la Resistenza partigiana, l’emancipazione, la conquista della libertà e il ritorno forzato alla casa dopo la Liberazione. L’ingresso è libero. Eventuali sottoscrizioni verranno destinate al Museo delle Formazioni partigiane delle Valli Calepio e Cavallina alla Casa La Resistenza ai Colli di San Fermo.

fb Arci Bergamo

 

Torna Astradoc

NAPOLI Continua con la rassegna AstraDoc, promossa da Arci Movie, il viaggio nel cinema del reale con un nuovo appuntamento in programma il 13 aprile alle 21 al Cinema Astra. Giorgio Amitrano presenterà il film Never - Ending Man: Hayao Miyazaki di Kaku Arakawa. Ospite della serata Giorgio Amitrano, docente di Lingua, cultura e letteratura giapponese moderna e contemporanea presso l’Università di Napoli ‘L’Orientale’, che presenterà il film e l’opera del grande maestro del cinema d’animazione giapponese.

www.arcimovie.it

 

Ritorno al futuro

MONREALE (PA) Sabato 14 aprile alle 17.30, nei locali del Collegio di Maria di piazzetta Vaglica, sarà presentato il progetto Ritorno al futuro: per un dialogo intergenerazionale e un percorso di progettazione partecipata nel territorio di Monreale. Tra i promotori anche Arci Link.

fb Arci Palermo

 

ArciReport, 12 aprile 2018



Tags :

Lascia un Commento



(Il tuo indirizzo email non sarà visualizzato pubblicamente.)



image image image image image image image image image image image
rss
rss
rss
rss
rss
rss