I diritti delle donne non si sfrattano! Piena solidarietà alla Casa internazionale delle donne minacciata di sfratto dal Comune

09/11/2017




Dichiarazione di Francesca Chiavacci, presidente nazionale Arci

L’Arci esprime tutta la sua solidarietà e vicinanza alla Casa Internazionale delle Donne, minacciata di sfratto dal Comune con cui stava cercando un accordo sull’entità dell’affitto richiesto.

Parteciperemo a tutti i momenti di mobilitazione che verranno messi in campo per resistere a questo attacco vergognoso.

E’ inaccettabile che una realtà, che rappresenta un patrimonio di tutte le donne, e non solo per Roma, rischi dopo trent’anni di attività di chiudere per le scelte di un’amministrazione incapace di governare e che pensa di supplire a queste carenze con scelte assunte in nome di una “legalità” miope, che calpesta i diritti e che vorrebbe  spegnere ogni barlume di vivacità culturale, di socialità, di intelligenza creativa.

Decine di associazioni femministe hanno contribuito a fare della Casa delle Donne un punto di riferimento, una struttura aperta, un laboratorio dove coniugare attività culturale e servizi. Un luogo che racchiude la storia e i successi del movimento di liberazione della donna.

Questa storia, che è anche la nostra, non può essere sfrattata. A difenderla ci saranno non solo le donne che ogni giorno ne portano avanti le attività, ma tutte coloro che ne hanno condiviso obiettivi e aspirazioni e di quel luogo hanno fatto anche la loro casa.

 

Roma, 9 novembre 2017

 

Leggi anche l'articolo di Bia Sarasini della Casa Internazionale della Donne

   



Tags :

Lascia un Commento



(Il tuo indirizzo email non sarà visualizzato pubblicamente.)



image image image image image image image image image image image
rss
rss
rss
rss
rss
rss