Catalogna: è un affare europeo

04/10/2017




Condanniamo la violenza della Policia National e della Guardia Civil sulla popolazione inerme ai seggi in Catalogna domenica 1 ottobre ed esigiamo che si faccia luce sulle responsabilità politiche di una aggressione che non può trovare cittadinanza in uno Stato europeo del ventunesimo secolo. 

Il fatto che, per la attuale Costituzione spagnola, il referendum fosse illegale in alcun modo giustifica la violenza contro una grande e nonviolenta espressione di partecipazione popolare. 

I problemi politici si risolvono con la politica. 

Facciamo appello urgente a una mediazione internazionale, per trovare una soluzione condivisa attraverso il dialogo e l’accordo, che eviti il ricorso ad atti unilaterali. 

Chiediamo al governo spagnolo e a quello catalano di facilitare la ricerca di tale soluzione, alle forze politiche e sociali di tutta Europa di sostenere questo obiettivo. 

L’Unione Europea, che interferisce in permanenza in scelte essenziali dei propri paesi membri, non può continuare a ripetere che il conflitto aperto fra la Catalogna e il governo spagnolo è un affare interno di uno stato. 

E’ un affare europeo, non solo perché il destino della Spagna e della Catalogna avranno influenza su tutta l’Europa, ma perché il modello di democrazia e di convivenza in Europa è questione che riguarda tutti e tutte. 

E’ interesse di tutto il continente trovare modi per dirimere la questione in modi pacifici, avanzati, produttori di maggiore democrazia, diritti, partecipazione. 

Francesca Chiavacci - Presidente Nazionale ARCI
Martina Carpani - Rete della Conoscenza
Andrea Torti - Link Coordinamento Universitari
Francesca Picci - Unione degli Studenti
Rossella Muroni - Presidente Nazionale Legambiente
Nicola Fratoianni - Segretario Sinistra Italiana
Giuseppe Civati - Segretario Possibile
Arturo Scotto - Articolo 1 MDP Movimento Democratico e Progressista
Maurizio Acerbo - Segretario Rifondazione Comunista
Roberto Musacchio - L’Altra Europa con Tsipras
Lorenzo Marsili - DiEM 25
Roberto Morea - Transform Italia
Alfiero Grandi - presidente Associazione Rinnovamento Sinistra
Vincenzo Vita - presidenza ARS
Alfonso Gianni - direttivo Coordinamento Democrazia Costituzionale
Monica Di Sisto - Fairwatch
Marco Bersani - Attac Italia
Silvia Stilli - Portavoce AOI
Daphne Buellesbach - European Alternatives
Domenico Rizzuti - Forum per la Cittadinanza Mediterranea
Nicola Vallinoto - Comitato Centrale Movimento Federalista Europeo
Lamberto Zanetti - Istituto studi sul Federalismo Paride Beccarini
Roberto Castaldi - CesUE Centro Studi Unione Europea
Vittorio Bardi - Associazione Sì Energie Rinnovabili
Marco Revelli - sociologo
Francesca Fornario - giornalista
Moni Ovadia - artista 



Tags :

Posted by Silvia Manderino on
Aderisco all'appello di oggi, 4 ottobre 2017.
I fatti di Catalunya dello scorso 1° ottobre 2017 dimostrano quanto sia importante per tutti difendere i diritti fondamentali dei cittadini, in ogni Paese, in ogni continente.
Sono diritti fondametali che tutte le Costituzioni democratiche garantiscono e proteggono: la loro violazione, con l'uso della violenza e della repressione, mai può giustificarli, nemmeno di fronte alla "difesa" di altrettanti principi costituzionalmente garantiti.
Silvia Manderino, Venezia - avvocato
Posted by Marco Micciche on
Anche per contrastare la pesante aria di conformismo di regime nel sistema informativo spagnolo. Contro l'indipendentismo, ognuno a le sue opinioni, ma non con ogni mezzo. I media hanno smesso di informare qui. Sono quasi tutti embedded. Una pagina triste per la democrazia spagnola.
Marco Miccichè, giornalista. Onati, Paesi Baschi-Spagna
Posted by Patrizio Rigobon on
Aderisco all'appello. La violenza è stata ampiamente documentata, anche se le autorità di Madrid tentano di sminuirla o, peggio, di giustificarla. Inaccettabile in un'Europa democratica rivedere i manganelli, usati su elettori inermi che vanno a votare. Funestissima memoria.
Posted by Guido Ramellini on
Aderisco all'appello quale italiano residente in Catalogna, presente ai presidi per difendere le urne e uno dei diritti più elementari di qualunque democrazia: votare!
Davanti alla brutalità vista e all'intelligenza di popolo pacifico, ma non disarmato di ragione, diritto e organizzazione, ogni silenzio è complice della barbarie fascista
Posted by rita on
il bando alla violenza deve essere totale, non è con la violenza che si raggiungono gli obbiettivi di pace e convivenza fra i popoli, dialogo e mediazione sono le uniche armi concesse in un paese civile.
Posted by Anna Polo on
Aderisco all'appello come giornalista dell'agenzia stampa Pressenza, che in questi giorni ha dato spazio agli eventi in Catalogna con reportage, testimonianze, foto, video e commenti della redazione catalana
Posted by Marco Piccinelli on
Giornalista
Posted by Matilde Mirabella on
Aderisco e sottoscrivo ogni tentativo di risolvere i conflitti in modo nonviolento
Posted by maura on
Aderisco all'appello e sottoscrivo pet un metodo nonviolento
Posted by Gianluca Ramunno on
Adesrisco all'appello per una soluzione pacifica al conflitto
Lascia un Commento



(Il tuo indirizzo email non sarà visualizzato pubblicamente.)



image image image image image image image image image image image
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss
rss